XXIII World Congress of Neurology
Tumori testa-collo
Amsterdam congress

Moderata assunzione di alcol riduce il rischio di ictus ischemico


È stato intrapreso uno studio caso-controllo basato sulla popolazione per esaminare una relazione dose-risposta tra assunzione di alcol e rischio di ictus ischemico in pazienti coreani che avevano preferenze di bevande alcoliche diverse rispetto alle popolazioni occidentali.
Sono stati esaminati i cambiamenti dell’effetto per sesso e sottotipi di ictus ischemico.

I casi ( n=1.848 ) sono stati reclutati da pazienti di età a partire da 20 anni con primo ictus ischemico.
I controlli senza ictus ( n=3.589 ) provenivano dalla quarta e quinta indagine del KNHANES ( Korean National Health and Nutrition Examination Survey ) e sono stati abbinati ai casi per età, sesso e livello di istruzione.

Tutti i partecipanti hanno completato un colloquio utilizzando un questionario strutturato sull’assunzione di alcol.

L’assunzione di alcol da leggera a moderata, 3 o 4 bevande ( 1 bevanda=10 g Etanolo ) al giorno, è stata significativamente associata a una più bassa probabilità di ictus ischemico dopo aggiustamento per i potenziali confondenti ( nessuna bevanda: riferimento; meno di 1 bevanda: odds ratio, OR=0.38; 1-2 bevande: OR=0.45; 3-4 bevande: OR=0.54 ).

La soglia di effetto dell’alcol nelle donne è stata leggermente inferiore a quella degli uomini ( fino a 1-2 bevande in donne vs fino a 3-4 bevande negli uomini ), ma questa differenza non era statisticamente significativa.

Non c'è stata alcuna interazione statistica tra assunzione di alcol e sottotipi di ictus ischemico ( P=0.50 ).

La bevanda alcolica più utilizzata era originaria della Corea, soju ( 78% dei casi ), un distillato con il 20% di Etanolo per volume.

In conclusione, i risultati hanno mostrato che il consumo di alcol distillato da leggero a moderato può ridurre il rischio di ictus ischemico nei coreani. ( Xagena2015)

Lee SJ et al, Neurology 2015; 85: 1950-1956

Neuro2015



Indietro