Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Terapia endovascolare per ictus ischemico con imaging di perfusione


Gli studi sulla terapia endovascolare per l'ictus ischemico hanno prodotto risultati variabili.

È stato condotto uno studio per verificare se una selezione più avanzata di imaging, dispositivi di recente sviluppo, e un intervento più precoce migliorino i risultati.

I pazienti con ictus ischemico che ricevevano 0.9 mg di Alteplase [ Actilyse ] per chilogrammo di peso corporeo entro 4.5 ore dopo l'insorgenza di ictus ischemico sono stati assegnati in modo casuale a sottoporsi a trombectomia endovascolare con lo stent retriever Solitaire FR ( Flow Restoration ) o a continuare a ricevere Alteplase da solo.

Tutti i pazienti avevano occlusione della carotide interna o della arteria cerebrale media ed evidenza di tessuto cerebrale recuperabile e nucleo ischemico inferiore a 70 ml alla tomografia computerizzata ( CT ) con imaging di perfusione.

Gli esiti co-primari erano riperfusione a 24 ore e miglioramento neurologico precoce ( riduzione di 8 punti o superiore alla scala NIHSS ( National Institutes of Health Stroke Scale ) o un punteggio di 0 o 1 al giorno 3 ).
Gli esiti secondari includevano il punteggio funzionale alla scala Rankin modificata a 90 giorni.

Lo studio è stato interrotto precocemente a causa della efficacia dopo che erano stati randomizzati 70 pazienti ( 35 pazienti in ciascun gruppo ).

La percentuale di territorio ischemico che aveva subito riperfusione a 24 ore è stata maggiore nel gruppo terapia endovascolare rispetto al gruppo con solo Alteplase ( mediana, 100% vs 37%; P minore di 0.001 ).

La terapia endovascolare, iniziata a una mediana di 210 minuti dopo l'insorgenza di ictus, ha aumentato il miglioramento neurologico precoce a 3 giorni ( 80% vs 37%, P=0.002 ) e ha migliorato il risultato funzionale a 90 giorni con più pazienti che hanno raggiunto l'indipendenza funzionale ( punteggio da 0 a 2 alla scala Rankin modificata, 71% vs 40%; P=0.01 ).

Non ci sono state differenze significative nei tassi di mortalità o di emorragia intracerebrale sintomatica.

In conclusione, nei pazienti con ictus ischemico con occlusione arteriosa cerebrale prossimale e tessuti salvabili alla tomografia computerizzata con imaging di perfusione, la trombectomia precoce con lo stent retriever Solitaire FR, rispetto al solo Alteplase, ha migliorato riperfusione, recupero neurologico precoce e risultato funzionale. ( Xagena2015 )

Campbell BCV et al, N Engl J Med 2015;372:1009-1018

Neuro2015 Farma2015


Indietro