Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Sicurezza ed efficacia della chirurgia minimamente invasiva più Alteplase nella evacuazione della emorragia intracerebrale


La craniotomia, in base ai risultati degli studi, non migliora l'esito funzionale dopo emorragia intracerebrale.
Non è chiaro se l’evacuazione con catetere minimamente invasiva seguita da trombolisi per la rimozione di coaguli sia sicura e possa ottenere un buon risultato funzionale.
E’ stata studiata la sicurezza e l'efficacia di Alteplase ( Actilyse ), un attivatore tissutale del plasminogeno ricombinante, in combinazione con la chirurgia minimamente invasiva in pazienti con emorragia intracerebrale.

Lo studio MISTIE, di fase 2, in aperto, è stato effettuato in 26 ospedali negli Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Germania.
Pazienti di età tra 18 e 80 anni con una emorragia intracerebrale non-traumatica ( spontanea ) di 20 ml o superiore sono stati randomizzati alle cure mediche standard o a chirurgia minimamente invasiva guidata da immagini più Alteplase ( 0.3 mg o 1.0 mg ogni 8 ore per un massimo di 9 dosi ) per rimuovere coaguli utilizzando aspirazione chirurgica seguita da irrigazione del coagulo con Alteplase.

Gli esiti primari erano tutti gli esiti di sicurezza: mortalità a 30 giorni, mortalità correlata alla procedura a 7 giorni, sanguinamento sintomatico a 72 ore e infezioni cerebrali al giorno 30.

Tra il 2006 e il 2013, 96 pazienti sono stati randomizzati e hanno completato il follow-up: 54 ( 56% ) nel gruppo chirurgia minimamente invasiva più Alteplase e 42 ( 44% ) nel gruppo di terapia medica standard.

Gli esiti primari non hanno mostrato differenze tra i gruppi con cure mediche standard e chirurgia minimamente invasiva più Alteplase: mortalità a 30 giorni ( 4, 9.5%, vs 8, 14.8%, P=0.542 ), mortalità a 7 giorni ( 0, 0%, vs 1, 1.9%, P=0.562 ), sanguinamento sintomatico ( 1, 2.4%, vs 5, 9.3%, P=0.226 ), e infezioni batteriche cerebrali ( 1, 2.4%, vs 0, 0%, P=0.438 ).

Le emorragie asintomatiche sono state più comuni nel gruppo chirurgia minimamente invasiva più Alteplase rispetto al gruppo di cure mediche standard ( 12, 22.2%, vs 3, 7.1%, P=0.051 ).

La chirurgia minimamente invasiva più Alteplase sembra essere sicura nei pazienti con emorragia intracerebrale, ma un aumentato sanguinamento asintomatico è un importante reperto che impone cautela.
Questi risultati, se replicabili, potrebbero portare all’aggiunta del trattamento chirurgico come strategia terapeutica per l’emorragia intracerebrale. ( Xagena2016 )

Hanley DF et al, Lancet Neurology 2016; 15: 1228-1237

Neuro2016 Chiru2016 Farma2016


Indietro