Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Ictus minore o transitorio: la combinazione di due farmaci antiaggreganti, Clopidogrel e Acido Acetilsalicilico, riduce il rischio di ictus


I risultati di uno studio clinico di fase III hanno mostrato che un regime farmacologico di due farmaci antiaggreganti, Clopidogrel ( Plavix ) e Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) è in grado di ridurre il rischio di ictus di quasi un terzo, rispetto alla terapia standard a base della sola Aspirina, quando somministrato a pazienti che hanno avuto sintomi di ictus lieve o transitorio per prevenire successivi eventi ictali.

Pubblicato sul New England Journal of Medicine, lo studio clinico è stato condotto in diversi Centri della Cina.

Lo studio ha coinvolto 5.170 persone che sono state ricoverate dopo aver subito ictus ischemici minori o attacchi ischemici transitori o TIA.
Tutti i pazienti sono stati assegnati in modo casuale a due gruppi e trattati per 3 mesi con la sola Aspirina oppure con Aspirina più Clopidogrel.

Nel complesso, l’8.2% dei pazienti trattati con entrambi i farmaci ha subito ictus nei tre mesi di follow-up rispetto al 11.7% dei pazienti che hanno assunto la sola Aspirina.

Lo studio cinese, chiamato CHANCE ( Clopidogrel in High-risk Patients with Acute Non-disabling Cerebrovascular Events ), è quasi identico a uno studio sponsorizzato dai National Institutes of Health ( NIH ), chiamato POINT ( Platelet-Oriented Inhibition in New TIA and Minor Ischemic Stroke ).

Molti ictus sono minori, cioè di durata più breve di un normale ictus, e di solito non hanno impatti persistenti sulla salute.
In Cina, ad esempio, ogni anno si verificano circa 3 milioni di nuovi ictus, e quasi il 30% di questi sono considerati eventi minori.

Nello studio CHANCE, i ricercatori hanno esaminato 41.561 pazienti in soli 3 anni, e hanno arruolato 5.170 pazienti nello studio.

Negli ictus minori o nei TIA, l’occlusione dei vasi sanguigni a causa di un coagulo è transitoria, di solito di pochi minuti.
Tuttavia, nelle settimane che seguono un ictus minore o un TIA, vi è il rischio che un altro coagulo possa formarsi, causando ulteriori eventi ictali, questa volta di maggiore gravità.
Circa il 10-20% delle persone che hanno un ictus minore o un TIA vanno incontro a un ictus entro i successivi 3 mesi. Attualmente, le persone con ictus minore o TIA sono inizialmente trattate con la sola Aspirina.

Lo scopo dello studio CHANCE era quello di determinare se il Clopidogrel associato alla Aspirina fosse più efficace della sola Aspirina.
Sia il Clopidogrel sia l’Acido Acetilsalicilico sono farmaci antipiastrinici, cioè agiscono, con meccanismi diversi, impedendo la aggregazione delle piastrine. ( Xagena2013 )

Fonte: University of California - San Francisco, 2013

Neuro2013 Farma2013


Indietro