Neurobase.it
XagenaNewsletter
Tumori testa-collo
Medical Meeting

Effetto di Gliburide per via endovenosa sugli endpoint dell'edema nello studio GAMES-RP


E' stato riportato l'effetto della Gliburide per via endovenosa sugli endpoint associati all’edema in una analisi secondaria dello studio GAMES-RP ( Glyburide Advantage in Malignant Edema and Stroke ).

Sono state assegnate le definizioni per trasformazione emorragica, deterioramento neurologico, edema maligno e morte correlata all'edema ai pazienti provenienti dallo studio GAMES-RP di fase II randomizzato controllato con Gliburide per via endovenosa per vasto infarto emisferico.

Le percentuali di questi endpoint sono state confrontate tra i bracci di trattamento nel campione per protocollo.
Nei partecipanti con edema maligno, sono stati esaminati gli effetti del trattamento su ulteriori marcatori di edema e deterioramento clinico.

Nel campione per protocollo, 41 pazienti hanno ricevuto Gliburide e 36 placebo.

Non c'è stata differenza nella frequenza della trasformazione emorragica ( n=24, 58,5%, con Gliburide endovenosa vs n=23, 63.9%, con placebo, P=0.91 ) o nell'incidenza di edema maligno ( n=19, 46%, con Gliburide vs n=17, 47%, con placebo, P=0.94 ).

Tuttavia, il trattamento con Gliburide endovenosa è stato associato a una percentuale ridotta di decessi attribuiti a edema cerebrale ( n=1, 2.4%, con Gliburide endovenosa vs n=8, 22.2%, con placebo, P=0.01 ).

Nel sottogruppo di pazienti con edema maligno, quelli trattati con Gliburide endovenosa avevano meno cambiamenti della linea mediana ( P minore di 0.01 ) e ridotti livelli di MMP-9 ( metalloproteinasi della matrice 9 ) ( P minore di 0.01 ).

Il gruppo di trattamento con Gliburide aveva più basso tasso di aumento del punteggio alla scala NIHSS ( NIH Stroke Scale ) maggiore o uguale a 4 durante il periodo di infusione ( n=7, 37%, con Gliburide endovenosa vs n=12, 71%, con placebo, P=0.043 ) e di cambiamento nel livello di vigilanza ( sottopunteggio NIHSS 1a; n=11, 58%, vs n=15, 94%, P=0.016 ).

La Gliburide per via endovenosa è stata associata a miglioramenti nel cambiamento della linea mediana, livello di vigilanza e punteggio alal scala NIHSS; ci sono stati meno decessi attribuiti all'edema.
Ulteriori studi di Gliburide endovenosa nel vasto infarto emisferico sono necessari per corroborare questi risultati. ( Xagena2018 )

Kimberly WT et al, Neurology 2018; 91: e2163-e2169

Neuro2018 Farma2018


Indietro