Neurobase.it
Tumori testa-collo
Xagena Mappa
Medical Meeting

Differenze di genere nel rischio di ictus nei pazienti anziani con recente diagnosi di fibrillazione atriale


L’ictus è una grave complicanza associata alla fibrillazione atriale, e le donne con fibrillazione atriale hanno un rischio maggiore di ictus rispetto agli uomini.
Le ragioni di questo maggior rischio di ictus per le donne restano poco chiare, benché alcuni studi suggeriscano che la causa potrebbe essere un ridotto trattamento con Warfarin ( Coumadin ), un anticoagulante.

È stato condotto uno studio per confrontare i pattern di utilizzo di Warfarin e il rischio di successivo ictus tra uomini e donne anziani con fibrillazione atriale, a livello di popolazione.

Lo studio di coorte ha coinvolto pazienti di età uguale o superiore a 65 anni, ricoverati in ospedali per fibrillazione atriale di recente diagnosi nella provincia del Quebec, in Canada, nel periodo 1998-2007.

La principale misura di esito era il rischio di ictus.

La coorte comprendeva 39.398 uomini ( 47.2% ) e 44.115 donne ( 52.8% ).

All’ammissione, le donne sono risultate più anziane degli uomini e avevano un più alto punteggio CHADS2 ( insufficienza cardiaca congestizia, ipertensione, età uguale o superiore a 75 anni, diabete mellito, precedente ictus o attacco ischemico transitorio [ TIA ] ) rispetto agli uomini ( 1.99 vs 1.74, P inferiore a 0.001 ).

A 30 giorni dopo la dimissione, il 58.2% degli uomini e il 60.6% delle donne aveva ricevuto una prescrizione di Warfarin.

Nell’analisi aggiustata, le donne sembravano aver ricevuto più prescrizioni di Warfarin rispetto agli uomini ( odds ratio, OR=1.07; P inferiore a 0.001 ).

L’aderenza al trattamento con Warfarin è risultata buona in entrambi i sessi.

L’incidenza cruda di ictus è stata pari a 2.02 per 100 anni-persona nelle donne versus 1.61 per 100 anni-persona negli uomini ( P inferiore a 0.001 ).

La differenza di genere è risultata determinata soprattutto dalla popolazione di pazienti di età uguale o superiore a 75 anni.

Nell’analisi di regressione di Cox a variabili multiple, le donne hanno mostrato un maggior rischio di ictus rispetto agli uomini ( hazard ratio aggiustato, HR=1.14; P inferiore a 0.001 ), anche dopo aggiustamento per condizioni basali di comorbilità, componenti individuali del punteggio CHADS2 e trattamento con Warfarin.

In conclusione, tra pazienti anziani ricoverati con fibrillazione atriale di recente diagnosi, il rischio di ictus è risultato maggiore nelle donne che negli uomini, indipendentemente dall’uso di Warfarin. ( Xagena2012 )

Avgil Tsadok M et al, JAMA 2012; 307: 1952-1958

Cardio2012 Neuro2012 Gyne2012



Indietro